Recensione dal libro Mondo Parallelo

Recensione del romanzo Mondo Parallelo
«Era una domenica come tante…» è la frase che
introduce questo racconto visionario di un viaggio che,
in realtà, ha solo fugaci legami con la dimensione quotidiana
ed il presente. La meta proposta dalla narrazione è
decisamente più ambiziosa: partire dallo sbando in cui
sembra versare l’odierna umanità per risalire, in un percorso
a ritroso, sino all’origine di questo squilibrio, al
primo passo falso che ha condotto la civiltà ad un vivere
permeato di guerra, violenza e soprusi.
Tematiche a dir poco epiche, che potrebbero preludere
ad un’opera dai toni roboanti e dall’atmosfera intrisa
di scenari apocalittici, sono – al contrario – riportate ad
un livello di scrittura estremamente colloquiale, quasi a
voler facilitare l’avvicinamento del lettore alla trattazione
di questioni solitamente viste come astruse, complicate,
e quindi deputate ad altri generi letterari. Sin dall’inizio,
la figura di Charles – protagonista del tutto ‘probabile’
e realistico – aiuta a calarsi nell’intrecciarsi delle
vicende.
In fin dei conti, le prime pagine tratteggiano le vicende
di un personaggio giovane che si muove sullo sfondo
di una città caotica come tante, alle prese con una vita da
single – con annesso il tipico vuoto nel frigorifero, piuttosto
che il solito disordine in casa – e che fa degli incontri
inconsueti ma non impossibili.
Charles viene descritto da subito come un tipo infinitamente
curioso, caratteristica che gli servirà a portare
alle estreme conseguenze le numerose stranezze che continuano
a capitargli lungo il racconto.
E la serie di peripezie inizia con Aglaia: questa ragazza che sembra aver perso memoria di tutto, persino della
propria identità, tanto da vedersi costretta a ‘inventarsi’
un nome.
L’imbattersi di Charles in questa nebbiosa ragazza
non si limita ad un momentaneo incrocio di vite: Charles
non si lascia semplicemente sfiorare dagli eventi ma li
assorbe, li vive con totale pienezza integrandoli nella sua
vita, addirittura modellando la sua esistenza attorno a
ciò che il destino sembra riservargli un giorno dopo l’altro.
Non c’è diffidenza in questo modo di vivere, nessuna
titubanza, nessuna remora, quanto piuttosto un buttarsi
a capofitto che – attenzione! – non è sventatezza ma
voglia di capire; quasi Charles sospetti che le avventure
di cui si trova continuamente protagonista non siano che
indizi criptati da decifrare per arrivare alla verità………

https://www.amazon.it/Mondo-Parallelo-Narrativa-R-S-ebook/dp/B00CUNQGFS

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.