La Carrozza

Mi sono spinto al 1756, quando fui partecipe ad un piccolo evento, ero su di una carrozza insieme a quattro persone, uno poco raccomandabile, l’altro un ubriacone che vomitava di ogni fuori dalla carrozza, una donna che leggeva delle lettere, e poi al mio fianco c’era un’altra donna che piangeva in silenzio.
Succede che al cocchiere gli venne un malore e crepò all’istante, e rimaniamo lì persi nei meandri di una strada sconnessa tra pozzanghere e animali strani che si avvicinavano.
Abbiamo deciso di aspettare dentro alla carrozza i soccorsi di qualche viandante, nel frattempo che aspettavamo decisi di raccontare una storia ai miei compagni di viaggio, gli raccontai quella di una donna che perdeva le sue lacrime lungo il tragitto di casa alla scuola dove insegnava, quello fu il mio momento di felicità, perché la donna che sedeva al mio fianco invece di piangere iniziò a ridere. tratta da (I Viaggi Strani di Morasy)

carrozza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.