Il Mendicante

Fuori è già buio e un altro giorno se ne sta andando,
anche in modo brutale come sempre del resto
è fin troppo veloce questo suo andare via.
Di questa vita si assapora troppo poco.
Sono secoli che attendo una risposta,
si sono dimenticati di me.
Può darsi che per loro non esisto,
mi fa strano comunque che non mi vogliano dall’altra parte.
Loro piuttosto che rispondermi sono disposti a farmi vagare per l’infinito,
ci starei pure a vagare per altri secoli.
Però mi sono accorto nel mio vagabondare che i giorni passano più velocemente di qualche secolo fa, non so il perché.
E pensare che la vita e sempre la stessa, non vedo differenze, il tempo scandisce lo stesso battito del cuore.
Poi ragionando ho capito che rispetto a tanti secoli fa, al giorno d’oggi sono i cuori quelli cambiati.
Ora il cuore scandisce il tempo più velocemente e quindi anche la vita si adegua, se i due fratelli si decideranno di accogliermi in udienza, avrò un’altra domanda da fargli.
Perché i cuori degli individui di oggi corrono di più di quelli di ieri?
Sono preoccupato e pensieroso, non vorrei che neanche a quest’altra domanda sono disposti a rispondere, e decidano ancora di farmi vagare, questa volta per l’eternità.
(Tratto da “I Viaggi Strani di Morasy” da un colloquio avuto con un mendicante cieco e sordo alle porte di Aahrus.)

orologio-in-spiaggia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.