Sei Semplicemente Tu…

Sei tu semplicemente tu che mi fai perdere la testa,
mi fai diventare come un insetto
disperso tra venti che lo trasformano in un soffietto.
Pensavo fosse un bicchiere di troppo se dinanzi a te sembro un broccoletto
ma poi capisco che la bottiglia è vuota e mi accontento di un cicchetto.
Sei tu che quando ti salta per la mente un idea non perdi l’occasione per darmi una pacca,
ti prego di darmela non in testa ma sul culetto.
Il tuo viso senza l’ombretto
mi porta il mio sguardo sul tuo petto.
Con i monti sibillini che porti e i loro due lamponi belli tesi
mi danno un’idea di scrivere un romanzetto.
No! cosa dici, non è il mio trucchetto
per portarti nel mio letto.
Poi io non ho un materasso ne un copriletto
non mi resta che parlarti con un sonetto.
Sei tu semplicemente tu al mio cospetto
ti prego vestiti, tranquilla il mio è un piccolo e stupido concetto
riguardante il mio uccelletto
che alcuni chiamano clarinetto
altri ginetto,
io non gli ho dato un nome semmai somiglia ad un furetto.
Non guardarmi così con quel tuo viso furbetto,
piuttosto cantami quel tuo motivetto
giusto per farmi sorridere
per donarti un versetto.
Sei tu semplicemente tu che mi parli pure in dialetto
ma sai che non ti capisco anche se a volte ti sembro un fighetto.
Brava continua a vestirti perchè si sta svegliando il folletto
non stuzzicar il tipetto.
No! non fare strani movimenti non farmi diventare poi scorretto,
ringraziano le mie labbra del tuo bacetto
non fare quella faccia non mi ha fatto nessun effetto
semmai per noi due domani sera ho un progetto.
Amo poco il gioco dell’oca da fare sul letto
preferisco il più umile divanetto.
Se non ti dispiace domani trovo il cappuccetto
per il diavoletto che staziona dove non batte il sole.
Così sarai il mio confetto
ed io il tuo controfiletto.
Sei tu semplicemente tu che non accetti per farmi un dispetto
non mi resta che rifugiarmi nel gabinetto.
Non garantisco suoni al minuetto
alla fine anchio sarò costretto
ad essere scorretto.
Non amo mandar in tal paese una dolcezza
con i monti sibillini al vento e i lamponi ben dritti con il sorrisetto
userò per due motivi il fischietto
uno per mandare a cuccia l’uccelletto
e l’altro per mandare lei a farsi un bagnetto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.