Il Software…1°parte

Buonasera signori e signore, come promesso ieri oggi vi racconto una storia. Più recente del solito, accaduta qualche settimana fa. Come si dice di solito? “Quando finisce la pioggia il fiume si arresta” Significato? Che ci sono momenti in cui si può raccontare e momenti che non si può raccontare. Avete cenato? Stasera invece io non ho ancora cenato, lo farò sul tardi. Ci sono momenti in cui si cena presto e momenti che si cena sul divenire di un nuovo giorno. Ecco mettetevi comodi, sedetevi, non state in piedi. Questa è una storia lunga, lunga ma così lunga che devo dividerla in due. Quando l’ho scritta? Questa storia l’ho scritta sul viaggio di ritorno. A volte sull’aereo non sai che cavolaccio fare, allora scrivi tutto ciò che è stato e che forse molto probabilmente non ritornerà più. Nella vita si fanno cose che al momento possono sembrare anomale ma poi non ci fai caso. Guardare il mondo da un oblò e ridere, mi capita spesso di ridere a guardare questo strano mondo e le sue sfaccettature. A volte il mondo e un enorme dipinto astratto, del resto come tutti gli abitanti al di fuori di un piccolo 2%. Quel 2% sono coloro che fanno si che questo mondo cerchi di funzionare nel miglior modo possibile. Non si può risolvere tutti i problemi di 8 miliardi di abitanti. Pensate un po’ tra dieci anni saranno 15 miliardi la popolazione di questo strano mondo. Come diceva il mio professore Kruge; ”Nel mondo ci sono troppe bocche da sfamare e poche mani da impegnare.” Il professore era un genio, sapeva tutto. Si ma dove cavolo ero rimasto? Ah già la storia di oggi. Scusate a volte mi perdo. Allora voglio prima prepararvi a tutto ciò che leggerete. Ricordatevi che il dubbio fa parte dell’animo umano, come diceva il professor Kruge “Il dubbio solo di fronte alla merda si scansa.” Una volta mi ero permesso di alzarmi dalla sedia e controbattere, gli dissi; “La merda invece cerca sempre di raggiungere il dubbio.” Quell’aula con i miei compagni e il professore rimasero per un attimo in silenzio. Poi Kruge disse; “Sai che forse il dubbio potrebbe essere anche il sinonimo di merda.” Ed io; “Forse perché hanno diverse forme e modi di intendere il significato.” “Se continui così un giorno prenderai il mio posto su questa cattedra.” Capitava molte volte che controbattevo il professor Kruge, in maniera immediata, lui si meravigliava e mi definiva; “Un genio di formazione astratta e multicolore, senza luogo e impostazione ben definita, fluttuante nel vento.” Porca paletta ho perso il filo, ah si gli 8 miliardi di abitanti. Dicevo che il 2% di alcuni uomini risolvono il problema degli altri 98% o almeno tentano. In molti dei casi del 98% ne risolvono solo il 2% mandando a fanculo gli altri 96%. Scientificamente è detto anche “Fa Niente.” Bada alle ciance, su via partiamo. Pronti? 3…2…1…Via! Da settimane si doveva andare a Pechino, dovevano decidere a quale coglione affidare il lavoro. Alla riunione qualche giorno prima c’erano tutti, nessuno sapeva a chi veniva affidato questo importante lavoro. Tutti ci guardavamo e ci scappava un “Tu sai per caso qualcosa?” Nessuno sapeva niente. I grandi capi decidono, i cosiddetti piani alti, quelli che non fanno un cazzo dalla mattina alla sera ma possono decidere a quale coglione affidargli il lavoro. Il coglione eccolo. Sulla scrivania ecco la fatidica chiave, puttana Eva ecco a chi toccava partire per Pechino. Una mattina mi avvio lungo il corridoio, entro nel mio ufficio e sul mio tavolo maniacalmente vuoto c’è la magica chiave. Azzz!!! Cosa consisteva il lavoretto? Niente di importane, fare il semplice commesso viaggiatore portando con se un piccolo componente elettronico di grande valore. Una micro scheda che al suo interno c’era un programma di grande importanza. Un software e il suo brevetto comprato dalla Cina. Proprio dal governo cinese. Cosa consisteva questo software? Allora nel 2021 in Cina partirà il più grande progetto anagrafico e digitale mai realizzato da nessun paese al mondo. Saranno catalogati 1 miliardo di abitanti, con un semplice software. Il presidente o meglio il nuovo Imperatore della grande Cina Xi Jinping ne è entusiasta. Provate ad immaginare una piccola tesserina in vostro possesso, su questa tesserina c’è la vostra vita, quando dico la vostra vita dico “Tutta la Vostra Vita.” In un piccolo microchip che per alcuni potrebbe definirsi la “Nano Tecnologia.” Un microbo elettronico al’interno di una micro tesserina che molto più avanti sarà infilata all’interno della pelle alle future nuove nascite. Sarà iniettata come un semplice vaccino sulla pelle. Questa e in fase di progettazione ma per ora c’è il primo prototipo, la piccola tesserina. Esempio” Marco Rossi 70 anni, nella sua tesserina c’è scritto il suo DNA, il suo stato di salute dalla nascita all’età di 70 anni, la sua formazione, se fa o ha fatto uso di sostanze, se ha reati, se è un cittadino di livello A (buono) B (medio) C (non affidabile) Ci sarà il conto bancario, i numeri di previdenza sociale, i punti della patente, le sue ultime tasse pagate, le sue ultime multe pagate, le sue ultime scopate effettuate, quanti passi effettua al giorno, il suo numero di telefono, le sue ultime email che scrive, con chi si frequenta, cosa mangia, cosa beve, quante volte piscia al giorno e quante volte caga alla settimana. Il piano scatterà nel 2021 in tutta la Cina ma partirà come sperimentazione tra qualche mese in alcuni villaggi ad est della Cina, in questa prima sperimentazione saranno coinvolti 400 milioni di abitanti. Voi capirete il valore di quel software se andrebbe in altre mani. In questo mondo tutto ha un prezzo, anche il controllo dell’umanità ha il suo prezzo. Il programma e stato brevettato in Svizzera e pronto all’uso, ed è stato subito venduto al miglior offerente. Come quando metti all’asta un dipinto, chi ha i soldi lo compra, chi non ha i soldi lo sogna. Pensate voi quando molti anni fa chi progettò android in uso nei smartphone lo vendette per primo ai coreani. I coreani erano disposti a spendere di più perché sorretti dal governo di Seoul. In Finlandia in casa Nokia non ebbero i soldi necessari. Tentarono in tutti i modi, anche un furto su commissione di quel software. Il problema che il furto costava di più dell’acquisto. Niente e gratis. La Nokia da primatista al mondo e super multinazionale fu obbligata a licenziare più del 90% dei suoi dipendenti in tutto il mondo, mentre i coreani da piccola azienda diventò grazie ad android la multinazionale tra le più potenti al mondo. Fu grazie al governo coreano. A Helsinki il governo finlandese non aiutò la Nokia. Quando entra sul tavolo delle trattative un “Governo” il “Privato” è destinato a fallire. Per questo Stati sotto un’economia statalista si mettono in tasca gli Stati con economia privata, e ne fanno ciò che vogliono. Il governo cinese ora ha più soldi di tutti e può permettersi di comprare ciò che vuole.
Comunque torniamo a noi. Nella stanza bianca ecco il software, il programmino magico. Dentro a quella minuscola scheda c’era il futuro. Questo software era da portare a Pechino senza correre nessun rischio. La soluzione è inserirlo dentro un vecchio cellulare proprio della Nokia. Vado al seminterrato dove c’è un bel ben di Dio. Una decina di scatole con centinaia di vecchi cellulari, ce ne sono di ogni, ricordate i Motorola, e poi quelli giganti, azzarola pesavano una tonnellata. Eccolo lì, un Nokia vecchio modello ma non troppo, non deve dare nell’occhio. Infilerò il software magico, camuffato al posto della sim all’interno del Nokia. In quel caso lascerò a casa il mio smartphone, in effetti quando viaggio non mi porto mai nulla di elettronico. La mia valigia è sempre quasi vuota, ne telefoni, ne tablet, solo un diario dove scrivo. Bello scrivere su di un aereo mentre guardo il mondo e rido. (Continua domani)

P.S. Il dipinto e di Pavel Mitkov (impressionista bulgaro moderno) attualmente uno dei migliori al mondo, un suo dipinto e stato appena comprato da uno di Baku per una cifra pazzesca. Mentre la bella figlia di Xi Jinping, la signorina Xi Mingze figlia anche della cantante Peng Liyuan, seconda moglie dell’Imperatore Xi Jinping. La figlia si è comprata due dipinti di Pavel Mitkov. La cosa interessante che la bella Xi Mingze da studentessa studiava ad Harvard sotto un falso nome per non farsi riconoscere che era la figlia dell’imperatore. Povera illusa pensava che non lo si sapeva.

2 pensieri su “Il Software…1°parte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.