Due Binari per Due Treni…

Tempo fa, avevo parlato di un famoso concetto di due linee parallele che accompagnano l’universo. Piccolo esempio, cielo e terra, uomo e donna, destra e sinistra, bene e male, vita e morte, come dice anche l’antica filosofia cinese lo Yin e Yang. Anche l’economia negli ultimi 118 anni si è basata su due “Concetti Economici” differenti, due filosofie diverse, due modi di pensare diverso. Il mondo fino a 30 anni o meglio dire anche 40 anni fa circa, si basava su di una “Linea di Economia” Poi un giorno è arrivato Ronald Reagan che ha deciso di cambiare il binario dove viaggiava il treno economico dell’umanità.
Calma, conviene tornare indietro nella storia. Siamo ai primi anni del 900. Spunta dal nulla (metto in chiaro che tutto ciò che sto dicendo ops scrivendo e verità assoluta.) Dicevamo? Spunta dal nulla un giovane, Friedrich Von Hayek, un giovane filosofo economista di nascita e scuola austriaca. Lui sostiene che il mondo un giorno sarà globalizzato, fece l’esempio di una birra che viene fabbricata a Vienna e il giorno dopo consumata a New York. Parla per la prima volta di “Globalizzazione.” Doveva ancora scoppiare la Prima Guerra Mondiale. Von Hayek fu il padre del “Liberismo.”
Ma c’è un’altro giovane economista che lo contrasta e appunto il binario opposto. John Maynard Keynes di nascita e scuola inglese. Keynes è il padre della “Macroeconomia.”
Facciamo chiarezza.
Von Hayek è sul treno che percorre il binario del “Liberismo e la Globalizzazione.” Keynes è sul lato opposto, sul binario del “Economia di Stato e Antiglobalizzazione.” L’Economia di Stato è appunto la macroeconomia. Lo Stato come padre padrone che immette sul mercato gigantesche quantità di denaro facendo alzare o meglio regolarizzando l’inflazione, almeno al 10/14%. Inflazione al 10/14 e tutto sommato una linea guida più che buona per comprendere lo stato di salute di uno Stato. I costi si alzano ma anche i redditi. Invece in un mondo globalizzato l’inflazione e a 1/2%. Quindi stipendi stabili ma i costi invece si alzano. Perchè si alzano? Perchè non essendoci più uno Stato che regolamenta, e il mercato stesso che detta legge. Il Mercato non lo regolamentano i singoli Stati ma le Multinazionali. Quindi il liberismo pratica la stabilizzazione dei costi per la produzione ma può decidere di aumentare i costi del consumo. Volendo non hanno tutti i torti, siccome non esiste nessuno che governa, io che produco decido quello che mi pare, creando una finta concorrenza con il famoso termine “Cartello.” Comprendo che è complicato ma se ci ragionate ci arrivate. Esempio, ci sono 10 produttori di latte al mondo, tutti e dieci si riuniscono e decidono di mettersi d’accordo sui costi di produzione e costi di guadagno creando una finta concorrenza, per un unico scopo, quello dei profitti. Il mondo funziona così. I governi non possono intervenire, sono gli stessi governi che sono riequilibrati da chi gestisce il mercato. Il controllato gestisce il controllore. Si ha molta più libertà, quello e vero ma per pochi a dispetto dei tanti. Una volta c’erano in una determinata zona 100 produttori di latte. Oggi con il liberismo nella stessa determinata zona ci sono 2 produttori di latte che gestiscono gli altri 98. I due sono poi coloro che gestiscono il 99% dei produttori di latte del mondo. Ho fatto l’esempio del latte. 
Torniamo ai due binari economici, il 900 era iniziato con il “Liberismo.” Von Hayek aveva affluito a se discepoli nelle più importanti università economiche del mondo, tesi e ideologie di cosa era la libertà di mercato. Comprendo la magia che poteva avere nei primi anni del 900 l’idea del liberismo di mercato. Dopo il medioevo, dopo l’umanesimo, dopo il rinascimento, spunta il “Novecento” che porta con se il “Liberismo” Accade un fatto insolito, uno stupido omicidio di un capo di Stato nel 1914, e crolla l’idea del “Liberismo.” Di colpo le Nazioni da essere amiche diventano nemiche. La storia insegna che basta un piccolo intoppo ma molto piccolo per cambiare le sorti dell’umanità. Arriva la “Prima Guerra Mondiale” Il Liberismo va a farsi fottere, Von Hayek entra nel dimenticatoio e nasce solo la sopravvivenza degli Stati alla guerra. Il mondo non è ancora pronto alla globalizzazione. Finisce la Guerra nel 1918, una guerra che provoca milioni e milioni di morti mandando sul lastrico intere nazioni. La Germania diventa il Terzo Mondo d’Europa, povertà, miseria. L’inflazione in Germania sale al 800% Per comprare un panino ci vogliono 10 mila marchi. Uno stipendio di un operaio tedesco e di 15 mila marchi al giorno. Ci sono persone che girano con valige piene di soldi. Troppi, soldi che sono carta igienica per pulirsi il deretano, molti usano i soldi per scaldare le stufe. Non sto scherzando, e tutto vero. Inflazione al 800% significa “Povertà.” Inghilterra e Francia vincitrici della guerra non se la passano bene neanche loro, anche l’Italia vinse la guerra. Ma l’Italia non ebbe nulla, Francia e Inghilterra si presero le briciole della Germania. Mi viene da ridere, immaginatevi i ministri di Francia, Inghilterra e Italia riuniti a dividersi il malloppo. Un malloppo povero, così povero che l’Inghilterra si prese la fetta più grossa, logico il mondo lo governava l’Inghilterra. La Francia la seconda fetta e all’Italia diedero le candeline. Tornato a Roma, il ministro Orlando era in lacrime di fronte al primo ministro Giolitti. “E ora che si fa?” I milioni di soldati italiani tornati dalla guerra senza un lavoro. Appunto che si fa? Giolitti disse; “Be gli diamo il fucile come premio, per il resto si arrangiano.” L’Italia era già povera, dopo la guerra era ancora più povera. Fu un grave errore lasciare il fucile ai reduci della Prima Guerra. Quei fucili furono utilizzati per la marcia su Roma, 4 anni dopo. Quattro anni con migliaia di morti sulle strade italiane. Il mondo era in grave crisi economica, nel frattempo gli Stati Uniti che non parteciparono alla Prima Guerra, economicamente stavano abbastanza bene. Non furono intaccati dalla miseria degli Europei. Ma nel 1929 arrivò la crisi economica negli Stati Uniti.
Franklin Roosevelt era un fautore del sistema Keynesiano. Fino ad allora John Keynes non lo conosceva nessuno, era un fantomatico economista con una teoria bizzarra che parlava di “Spendere, spendere e continuare a spendere.” Diciamo che poi Franklyn Roosevelt è stato anche nella storia americana il più grande presidente degli Stati Uniti. Su Roosevelt ne parla pure Michael Jackson in una sua canzone “They don’t care about us” in italiano “Non si interessano di noi” Il pezzo nel brano che dice “Se Roosevelt fosse qui l’America non sarebbe in questo stato.”
Roosevelt grazie a Keynes salvò 100 milioni di americani dalla povertà, come? Gli Stati Uniti dopo il 1929 ebbero una crisi senza precedenti con milioni di suicidi, strutture pubbliche utilizzate come mense dei poveri. Milioni di americani sul lastrico. Franklin Roosevelt ebbe i pieni poteri dal congresso e fu l’unica volta in cui gli Stati Uniti ebbero una specie di Dittatore, un presidente che dettava legge. Cambiò gli Stati Uniti e introdusse la magica “New Deal” in italiano “Nuovo Corso” dal 1933 al 1937 distrusse gli Stati Uniti e la ricostruì. L’esempio di un palazzo che sta cadendo a pezzi. Non puoi rattopparlo, devi ricostruirlo e quindi devi abbatterlo prima. Come? Attuando la politica economica Keynesiana. Stampando Moneta, tutti i soldi stampati cosa facevano? Investimenti, strade, scuole, fabbriche, case, ferrovie. Un piano di investimenti con 35 zeri. Una cifra in dollari con molti zeri. Ancora oggi risulta il più grande piano d’investimenti di tutti i tempi. Si chiamava il “New Deal.” Continua a spendere a investire, fai girare i soldi da mano in mano. Keynes vinse la sua scommessa, la sua teoria funzionava. Molti altri paesi copiarono Roosevelt, del resto nel 1929 fu la più grande crisi economica mondiale. Tutte le nazioni stampavano soldi su soldi e investivano. L’Italia non fu da meno con l’economista di sinistra Alberto Beneduce, definito il socialista tra le grazie di Mussolini. Alberto Beneduce in Italia fu il più grande economista che l’Italia abbia mai avuto. Beneduce era socialista nel sangue, non ha mai fatto nessuna tessera del Partito Fascista ma era l’uomo che governava la Banca D’Italia e il ministero dell’Economia. Un giorno uno mi domandò “Chi era l’uomo più di sinistra che ci sia mai stato in Italia, Berlinguer o Beneduce?” Gli risposi “Beneduce.” Perchè uno che decide di dare alle figlie il nome di “Italia libera.” ”Vittoria Proletaria.” e all’ultima figlia gli diede il nome di “Idea Nuova.” Poi divenuta sposa di Enrico Cuccia, secondo me è un vero uomo di sinistra. Oltre ad avere avuto la cassaforte dell’Italia, aver nazionalizzato nel 1931 le banche, con una legge stata in vigore fino al 1986. 55 anni circa di una legge bancaria che trasformò l’Italia a diventare il 7° Paese più Importante al mondo sul piano Industriale e Bancario. Il merito fu di Alberto Beneduce. Enrico Berlinguer era uno che parlava e basta ma non ha mai fatto nulla di rivoluzionario, si a parlare molto. Anche il macellaio Ignazio e uno che parla sempre, quando vai a comprare un fottuto Hamburger ti racconta stronzate. Alberto Beneduce fu un genio, dove Mussolini ne era succube., difatti gli diede carta bianca. Mussolini non capiva un cazzo di economia, era un giornalista. Alberto Beneduce massone, un genio dei conti, un rivoluzionario e quindi decise di affidarsi alle teorie di Keynes. Spendere e spendere L’Italia raggiunse il 7% di PIL un record non ancora eguagliato o superato ancora oggi. Roosevelt cambiò il mondo, e nasce la figura del “Ceto Medio.” Prima del Keynesismo il mondo era diviso tra Ricchi e Poveri, il Ceto medio non esisteva. Il mondo era diviso da chi aveva la miniera e chi lavorava nella miniera. Ricco e Povero. Attenzione, da precisare che le nazioni diventavano talmente ricche, e spendevano che aumentavano anche le fabbriche di armi. Keynesismo fu la linea di binario che tutto il mondo seguì.
Che succede tra il 1970 e il 1980, fino ai giorni nostri 2018?
Gli Stati Uniti cambiarono presidente, dopo il disastro di Nixon, dopo il bonaccione di Jimmy Carter, spunta l’ex attore di film western, Ronald Reagan. Dopo un fisiologico rallentamento dell’economia dalla fine degli anni 70 con l’aumento del prezzo del petrolio salito del 70% Decide che il mondo come va oggi non va più bene. Vuole cambiare, lui era un seguace di Von Hayek. Toh!!! Spunta anche il sergente di ferro in gonnella Margaret Teatcher il primo ministro Inglese, soprannominata “Sergente di Ferro.” La donna che sconfisse la violenza negli Stadi inglesi, facendo fabbricare delle carceri all’interno degli Stadi, celle d’isolamento da “Crimini contro l’umanità.” Sta il fatto che nessun inglese desiderava finire in quelle celle dove non c’era luce, cibo, solo acqua per non farti morire. Al giorno d’oggi anno 2019, le celle all’interno degli stadi inglesi hanno le ragnatele. E come diceva il professor Kruge “L’essere umano quando usi il bastone diventa un agnellino e diventa docile e buono, questo significa che è intelligente quando vuole.” La Teatcher ai tempi della scuola era una studentessa proprio di Von Hayek. Reagan e Teatcher si uniscono, del resto Usa e Inghilterra viaggiano sempre a braccetto. Spunta l’era del “Reaganismo e Teatcherismo”
Lo Stato deve smobilitare fabbriche e industrie. L’Italia che fa?
L’Italia si adegua, viene nominato un commissario per smobilitare i gioielli di casa Italia, viene scelto un certo Romano Prodi. Romano Prodi ha il compito di distruggere tutte le fabbriche, nel senso di svenderle, privatizzarle. Potrei fare una lista di gloriosi marchi sotto guida Statale e poi svenduti. Tra cui la IBM, ILVA la STAR, l’ALFA ROMEO, PIRELLI. Potrei fare una lista lunghissima. Colossi giganteschi facenti parte della cosiddetta “IRI” Un gruppo economico creato da Alberto Beneduce nel 1931, la IRI che raggruppava tutte le più grandi industrie italiane con oltre 20.000.000 milioni di dipendenti, tra l’indotto che provocavano. Aziende che furono regalati ai privati. Lo Stato decise di tenere solo la Fincantieri e Finmeccanica con una parte dell’ENI e le fabbriche di armi. Tra il 1980 e il 2019 questi colossi sono scomparsi e milioni di italiani fanno i disoccupati attendendo il fantasmagorico “Reddito di Cittadinanza” Poveri illusi. In Italia fino al 1990 le Mega Fabbriche erano al 90% di proprietà Statale. Reagan e Thatcher sostengono che il “Privatismo sarà il futuro e l’economia liberalizzata è il futuro.” Come sostiene del resto Friedrich Von Hayek. 
Il mondo lascia il binario del treno di John Maynard Keynes e sale su di un’altro treno, quello di Friedrich Von Hayek.
Il mondo cambia, i soldi non si stampano più, l’economia e gestita dal FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE sotto guida delle tesi di Von Hayek. Quindi nasce il debito sovrano, debito pubblico, fino ad allora entità strana. In Italia nel frattempo scompaiono le Industrie, come del resto in Inghilterra, in Francia in Usa, in tutti i paesi occidentali. Mi viene da ridere, perché le industrie prevalentemente si trasferiscono in Cina, dove si attua un sistema Keynesiano. Infatti il governo cinese ha in mano l’intera industria cinese e quindi può spendere e spendere per accappararsi marchi industriali internazionali. Esempio, la Pirelli finita da mano privata a mano del governo cinese. Oggi anni 2000, il mondo è totalmente privatizzato, a parte la sola CINA. Gli STATI non hanno più potere, il potere è passato in mano ad una ‘”Elite” Definisco questa, l’era del “Elitismo.” Dove il ricco e sempre più ricco e il povero e sempre più povero, il ceto medio e scomparso, perché non esiste una via di mezzo, o sei ricco oppure povero. Friedrich Von Hayek aveva ragione, il privato governerà il mondo, quindi il potere della “finanza” e totale.
“Questa è la storia economica dell’ultimo secolo, una storia vera.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.