Le Tre P.M.B. (parte 1)

Buonasera, oggi prendo spunto per rispondere ad una domanda che mi è stata chiesta dopo il post “Libia.” La domanda riguardava le “Torri Gemelle.” La mia opinione? Più che opinione meglio parlare di fatti realmente accaduti. Quindi ho deciso di tirare fuori questo vecchio “Post.” L’ho diviso a puntate perché lungo. Questo post dal nome “Le tre P.M.B.” riguardano gli ultimi 40 anni del’occidente democratico e delle sue regole, leggi a riguardo della comunità internazionale. Tutto ciò che leggerete sono fatti realmente accaduti, diciamo il 90%. Il 10% restante e il piccolo dettaglio, le minuscole cosucce. E tutto vero, state tranquilli, tutto “VERO.” Cose che nessuno mai vi racconterà, potete scoprirlo solo se siete all’interno o magari in una piccolissima parte all’esterno. Sono passati anni, quindi molti mesi fa ho potuto raccontarlo, ovviamente ho avuto l’approvazione. Ricordatevi che le cose fresche sono ancora commestibili, mentre le cose vecchie sono piene di muffa e quindi puoi farle uscire e gettarle in pasto. Volete mettere una bella bistecca di carne freschissima pronta per un salto in padella? ovviamente gli affamati si precipiterebbero. Diverso se la bistecca e vecchia di anni, messa lì in fondo al frigorifero, una carne che puzza, giusto da tirarla fuori dal frigorifero e gettarla, senza sapere cosa fosse. Via nell’immondizia. 
Siete pronti? Sdraiatevi sul divano, abbassate le luci, mettete i vostri puzzolenti piedi sotto la copertina, un panino e un bicchierino di un qualcosa da bere, così, da mettere nelle vostre budella qualcosa di solido e liquido. Non c’è bisogno che leggete tutto in una volta, basta un pezzettino alla volta, come diceva il mio vecchio professor Kruge; “Per morire c’è sempre tempo, e solo quando devi cagare che non c’è quasi mai tempo.” Allacciatevi bene al vostro cellulare, tablet, pc e santo protettore tecnologico, perché la giostra sta per partire. 14…9…76…2…1…Via!

Cosa significavano le tre sigle P.M.B. negli ultimi 40 anni? Ne avevo parlato tempo fa delle tre PPP, delle tre MMM e delle tre BBB. Di solito compare qualcuno e mi manda il messaggino di cosa significa quello, quella, ect ect. Siccome settimana scorsa sono stato a Praga per motivi personali e tra il viaggio in aereo e il poco tempo libero avuto nella capitale Ceka ho deciso di scrivere in risposta a quel signore (che non dico il nome) che mi ha ricordato delle tre sigle P.M.B. Partiamo dalle tre P, anni 70/80, le tre P, sono Parigi, Perugia e Praga. Le tre città dove si progettavano, si organizzavano, si pianificavano e reclutavano per il terrorismo internazionale. Poi anni 90 e primi anni 2000 le tre M. Marsiglia, Milano e Monaco di Baviera. Poi anni recenti le tre B. Berlino, Bruxelles e Bari. Ora vi chiederete da dove nascono queste informazioni. Domanda lecita. Ora sedetevi e vi spiegherò il tutto, penso che dovrò raccontarlo in parti, perché è complicato da spiegare e non tutti voi hanno la capacità di capire. Partendo dalle tre P. C’è stata un’indagine parlamentare italiana durata 20 anni, ultimata da circa un anno ed e rimasta segretata. Tra interrogatori e più di oltre 123.000 fascicoli scritti, più di 2500 km di nastro in bobina registrati. Parigi, una libreria nel centro di Parigi pianificava atti di terrorismo per destabilizzare intere nazioni, nell’ambito dell’asse Ovest. Quella libreria che vendeva libri disposta su tre piani, di cui un centro di lettura al piano inferiore, altre stanze ai sotterranei da dove si pianificavano attentati terroristici in tutta Europa, si chiamava “Strategia della tensione.” In cambio di ricatti o cambi di governi. Perugia era la città di reclutamento, passaggio di armi dal mercato nero. Poi c’era Praga città strategica di rifugio. Anni 90 e 2000 dopo la scomparsa del terrorismo europeo. Sparisce come quando vedete una macchiolina di pioggia sul parabrezza della vostra auto, poi passate il tergicristallo e la macchiolina di acqua scompare. Dopo la caduta del muro scompaiono le tre P. Compreso il famoso bar situato a pochi metri dal luogo del sequestro del deputato italiano Aldo Moro. In quella strada c’era un bar, un semplice bar preso in gestione alcuni mesi prima da un personaggio che frequentava la famosa libreria di Parigi. Subito dopo il sequestro del politico italiano il bar chiude. Che strana coincidenza, le indagini proseguono e si scopre l’esistenza del gruppo “Separat.” Gruppo Terroristico Internazionale formato da vari cittadini di ogni singolo paese, gestito e governato da tutti i governi della comunità europea, attuando una particolare strategia ben definita. Poi caduto il muro il mondo cambia, diventa globalizzato e si guarda oltre ai confini europei. Spuntano le tre M. Marsiglia luogo di reclutamento, Monaco di Baviera luogo di rifugio e Milano luogo della progettazione e attuazione di tutti gli attentati nel mondo tra il 1990 e i primi anni 2000. A Milano precisamente dove, in Viale Jenner alla moschea sovvenzionata dall’Arabia Saudita. Luogo in cui trovò la sua residenza Osama Bin Laden. Osama Bin Laden uomo pagato dagli Stati Uniti per contrastare l’invasione Russa in Afghanistan. Molti non sanno che il casino Afghanistan, Iraq, Golfo Persico, Iran, nasce molti anni fa, quando i Russi un giorno decidono di entrare dentro l’Afghanistan con i carri armati. Così all’improvviso, senza chiedere il permesso, tipico dei Russi. Ma i Russi comunque non ti scassano le palline, nel senso che non fanno casini a casa tua, loro fanno casini dove vogliono mettere i loro carri armati. Un sistema in uso dall’uomo da oltre 3000 anni. Esempio, a me piace un pezzo di terra, ho voglia di farci la pipi, il padrone di quella terra dice “No tu la pipi qui non la fai, la terra non è tua.” Io allora prendo il mio carro armato ed entro sulla sua terra e con la forza faccio la pipi, se lui riesce a scacciarmi ha vinto se no fa il mio suddito. Questa e la politica dell’essere umano da oltre 3000 anni, usato al giorno d’oggi solo dai Russi. Il resto del mondo usa sistemi contorti e moderni, paga altri per invadere te. Esempio, io voglio la tua terra, mi darebbe fastidio prendere un carro armato e venire a casa tua, pago qualcun altro che lo faccia, di solito pagano dementi, drogati, delinquenti, pazzi. Costa meno “Destabilizzare.” Vuoi mettere spostare eserciti, e poi se muore un mio soldato devo pure pagarlo e mantenere la sua famiglia. Al giorno d’oggi fare il soldato costa una marea di soldi. In Libano davano 6 milioni al mese, era una bella cifra. Il tuo compito era di fare la guardia. Oggi un soldato americano costa 12 mila dollari al mese, poi lo spostamento delle corazzate. Un costo pazzesco. Allora gli scienziati politicanti Usa ed Europei pagano a meno il lavoro sporco. Gli danno la droga un piccolo assegnetto in contanti, una miseria, gli danno le armi e gli dicono andate a respingere i Russi. Quello che successe in Afghanistan. Bin Laden era un uomo della CIA, pagato per reclutare dementi, malati mentali, carcerati. Armarli e mandarli contro i Russi. Per gli USA e gli EUROPEI la Russia non doveva avere l’Afghanistan. No e poi No, e che cazzo! Il problema che poi Bin Laden ha iniziato a ricattare Americani ed Europei. Bin Laden aveva un esercito a suo comando. Gli USA si erano resi conto che costava troppo pagare Bin Laden, porca paletta chiedeva miliardi di dollari. Se non arrivavano i soldi, Bin Laden aveva minacciato di attuare attentati in America e poi in Europa. Russi a differenza di Americani ed Europei non si fidano di nessuno. Le mani se le sporcano di sangue loro, senza demandare ad altri, se no poi te li ritrovi sull’uscio di casa. I Russi non pagano mai eserciti, loro hanno il loro esercito, il più grande esercito al mondo, oltre 5 milioni di soldati pagati a pane e cipolla. Mentre Americani ed Europei pagano i propri soldati con il blocchetto d’assegni anche perchè in Europa i deficienti hanno eliminato il servizio militare, oggi fare il soldato e come fare il chirurgo. In Russia esiste il concetto di patria, di alcuni valori, quindi il servizio militare in Russia è obbligatorio e se il tuo governo decide che devi andare in guerra tu ci vai anche a pane e cipolla. (Continua)

Annunci

Un pensiero su “Le Tre P.M.B. (parte 1)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.