Piemontesizzazione…

Tornando alla nascita del Sansepolcrismo, ai giorni nostri sarebbe impossibile un nuovo “Sansepolcrismo” Non ci sono le condizioni, attualmente, l’Italia non è alla fame estrema. Ad oggi anno 2019 l’Italia non è alla fame, quindi il fascismo non può tornare e “IMPOSSIBILE” Quindi state tranquilli. L’italiano o meglio la maggior parte degli italiani ha un bel gruzzoletto in banca, alcuni ricevono una buona pensione, che gli permette di mantenere figli, e nipoti. Si perchè oggi chi mantiene i giovani sono i genitori, con la pensione. (Non ho figli, non sono un genitore ma so tutto.) I soldi delle pensioni ci sono, grazie anche alle armi che lo STATO italiano vende in giro per il mondo soprattutto all’Arabia Saudita. Grazie al cielo che l’Arabia Saudita compra armi dalla Finmeccanica, azienda di Stato. Poi l’italiano nella maggior parte ha molti soldi sui conti correnti, ha molte proprietà immobiliari, ha investimenti in fondi e obbligazioni. Lo sapete che se svuotate le tasche agli italiani riuscite a saldare l’intero debito pubblico nazionale. Forse a raddoppiarlo. Il Cittadino Tedesco ha molti meno soldi sui conti correnti e non ha le proprietà che hanno gli italiani. Si ma tutta questa crisi? La crisi è il non avere la fortuna di sperperare ciò che si aveva nel passato. I problemi se vogliamo vedere ci saranno tra 15/20 anni. Tra 15/20 anni quando molti anziani moriranno per vecchiaia o malattia. E vero lo Stato si libererà delle pensioni, salasso. I giovani non avranno più paparino e mammina a mantenerli. Ho venderanno gli immobili dei genitori per mantenersi o si rimboccheranno le maniche. Poi ci saranno i nuovi immigrati che si integreranno. Giusto che ci siano gli immigrati, ovviamente devono essere istruiti, almeno conoscere l’inglese. L’Italia e in quel momento che deve ripartire. Quando si libererà dei milioni e milioni di pensionati che deve mantenere. Quando l’orologio gira il suo ciclo, passa dal giorno alla notte e dalla notte al nuovo giorno. Così è il ciclo dello stato del benessere di una nazione, ci sono momenti ciclici. Tornando all’argomento, state tranquilli il fascismo non tornerà più, non c’è la miseria, la fame, l’ignoranza, la paura, la povertà di non poter dare un piatto di minestra ai propri figli. Il fascismo nacque perchè l’Italia era nel caos. Il fascismo proseguì nella piemontesizzazione del popolo italiano. Fu creato come ho detto l’Uomo Nuovo.” l’italiano nuovo, attraverso la scuola. Ci sono periodi e periodi, dove la strada deve essere tracciata. Il fascismo fece ciò che i Sabaudi non fecero. Abbandonarono l’idea del “Unità d’Italia”dopo averla unificata. Non è un caso che la teoria della piemontesizzazione degli italiani la trovi nelle scuole dal 1922 con la gigantesca “Riforma Scolastica” La figura di Francesco Crispi fu messa in risalto. Voi vi chiederete chi cazzo è questo Crispi. Non ditemi che non sapete chi era Francesco Crispi, un personaggio importante per l’idea di piemontesizzare l’Italia, fu colui che fece nascere la loggia massonica “Propaganda” Poi negli anni 70 nasce la “Propaganda 2”Che per chi non lo sapesse era la famigerata P2 di Licio Gelli. I “TESTI OBBLIGATORI” che si insegnavano nel periodo fascista, riguardavano e decantavano la figura di Francesco Crispi. I testi da insegnare agli scolari per fargli fare il lavaggio del cervello, per plasmarli, per creare le future generazioni di classi dirigenti. Cosa significa “Classe Dirigente” sono coloro che nel futuro governeranno il paese. La scuola nel regime era fondamentale, furono plasmati i futuri politici. Strano parlare di scuola, in un era quella di oggi, che la scuola è abbandonata. Giovanni Gentile ministro dell’educazione era un fanatico, lui e il suo amico Benedetto Croce. Parlare di Ministero della scuola capitanato da due colossi come Gentile e Croce. Oggi sarebbe impossibile che dei massimi filosofi si occupassero dell’istruzione dei vostri figli. Guardatevi in giro e prendete gli ultimi ministri della scuola. Potrebbero allacciare le scarpe a Gentile e Croce. Gentile riformò la scuola, creando la più grande e interessante riforma scolastica al mondo, che poi fu copiata in ogni parte del mondo. Creò la maturità. Strana parola “Maturità”Gentile cambiò la scuola, diventò stranamente obbligatoria a tutti gli effetti. I primi tempi con il sangue, molte famiglie non volevano mandare i figli a scuola, non capendo essendo ignoranti che ne valeva del futuro dei loro figli. Lo Stato non voleva un popolo di ignoranti. Con il tempo l’analfabetizzazione fu sconfitta. Non è facile far capire a degli adulti che non sanno ne leggere ne scrivere che la scuola e utile. Dal 1861 la scuola ebbe varie riforme ma poco efficienti, troppo blande, era importante forse che il popolo rimanesse ignorante. La scuola dall’unità d’italia in poi non era del tutto obbligatoria. Per questo a scuola andavano I bambini di famiglie ricche, che potevano permettersi di non far lavorare il proprio figlio, quindi sprecare tempo dietro a libri. Al Nord le scuole erano ben frequentate, al Sud per niente. Si ma dobbiamo tornare indietro e indietro. Del resto non si torna mai indietro, si parla del presente senza capire che al presente c’è sempre un inizio. L’Italia come nasce, il perchè nasce.
Se chiedete a molti storici com’era l’Italia dal 1861 al 1918 non saprebbero rispondervi. L’Italia dal unità, avvenuta grazie al sangue era ridotta in un terzo mondo. Perchè poi unità d’Italia. Bella domanda, se chiedete ai professori storici non saprebbero rispondere o magari sarebbero retorici o la concluderebbero con un “Mah” Mia opinione? Sono uno dei pochi che parla di “Piemontesizzazione” Esatto, L’idea era di Piemontesizzare l’Italia. Tutto nacque dall’alta borghesia piemontese, che nei loro passa tempi di lunghe chiacchierate e scommesse fra di loro, giusto per abbattere la noia di chi ha tanto denaro da sperperare. Denaro,il denaro. Infatti fu pagata con il denaro e tanto la piemontesizzazione dell’Italia. Giuseppe Garibaldi conosciuto per essere un mercenario, fece guerre in sudamerica sotto libro paga, come nella guerra d’indipendenza della giovane America. Fu chiamato in Piemonte, e con un bel assegno molto ricco, gli fu ordinato anche con l’uso del sangue di “unire lo stivale”L’Italia stava bene com’era prima del 1861. C’era il Sud ricco, il nord se la passava bene, tutto sommato. Non esisteva la nazione Italia, non ce n’era bisogno di unire l’Italia. Ok al Sud parlavano altre lingue, avevano altre usanze. Mettevate un Lombardo, un Campano, un Siciliano dentro una stanza, gli dicevate di comunicare tra loro, non si capivano, parlavano lingue diverse. Il Lombardo dal DNA francese/Tedesco, dovuta all’occupazione per secoli. Il Sud dal DNA diviso tra arabi, slavi, avventurieri, provenienti da altri mondi. In Puglia esempio il DNA e tipico albanese slavo. Nel 1800 molti slavi attraversavano l’adriatico e si fermavano in Puglia, instaurando una loro lingua, un loro modo di fare e di pensare. Lo stesso in Sicilia, arrivavano navi dal medio oriente, dall’africa e molti trovavano dove risiedere. Gli unici e veri cultori italioti erano in Toscana. L’Italia era frastagliata, multicolore, multietnica, incompatibile. Quando manca la comunicazione non puoi pretendere di farne una nazione. Ma in Piemonte l’alta borghesia sabauda, alta aristocrazia, colta, istruita, che riteneva il resto dello stivale un popolo da educare, da alfabetizzare. Come lo fa? Facendo convegni? Non credo proprio Facendo congressi tra Napoletani, Palermitani, Pescaresi? Non credo proprio, tra loro non sapevano comunicare. Allora come cazzo la fai questa unione? Semplice con il sangue, Li obblighi. Ci sono gli intellettuali e sognatori che ne vedono un qualcosa di unico un “unità d’Italia” si ma sono quattro gatti, per poi pentirsene. Il resto del 98% degli italiani glie ne può fregar di meno dell’unità d’Italia, non la vogliono. Sta il fatto che sono obbligati a subire la volontà dei Piemontesi e dei loro vizi da ricconi che non sanno come spendere i soldi. Nel 1861 nasce l’Italia. E poi? Eh già! E poi? Che si fa? Garibaldi se ne va con l’assegno, I Piemontesi hanno ottenuto ciò che volevano, e quindi nasce il motto “Ora arrangiatevi.” Il Sud da ricco diventa povero, depredato dal potere che si trasferisce con il tempo a Roma, sede anche del mitico Vaticano. Arriva il 1900, l’Italia è sempre più povera, povera in tutto, non ha industrie, l’agricoltura non esiste più, ovvio dove sta l’acqua? Per creare agricoltura ci vuole l’acqua? Acqua mai fu cosi desiderata. La Sicilia come la Calabria il concetto di acqua era di predominio della mafia. Avevano regole loro. L’acqua al sud era in mano ai privati. Se hai i soldi l’acqua te la do. Per capire una nazione e il suo stato di benessere o di povertà, dovete capire cosa è per questo Stato il concetto di acqua. Acqua e vita, senza l’acqua non puoi vivere, senza l’acqua non puoi coltivare, non puoi fare il pane. A scuola vi insegnano le cose principali per la vita di ogni individuo? Aveva ragione un noto filosofo che diceva che al giorno d’oggi non si insegna più la storia nelle scuole. Gli insegnano solo il concetto ma mai del perchè? Il perchè un bicchiere cade e si rompe, il perchè quando piove la terra e bagnata. Il perchè uno Stato da ricco diventa povero. Non lo insegnano perchè ritengono più importante insegnare all’allievo la “Retorica” La Retorica e il male minore, fa parte del costume del giorno d’oggi. Torniamo al 1900, sono periodi bui, iniziano gli scandali bancari, Prende piede il liberismo in Italia, il ricco che sfrutta il povero. Esistono due ceti in Italia, il ceto ricco prevalentemente banchieri e proprietari terrieri. L’imprenditoria in Italia era poco sviluppata, essendo un territorio quasi di forza agricola, ci sono poche industrie. In Italia nel 1900 comandavano le Banche e i Proprietari Terrieri, quelli che avevano le Terre per coltivare. In Italia prese piede la politica, la politica del fru fru. Parlare e parlare senza concludere niente. C’erano i mitici congressi del Partito Socialista che duravano anni. Il mitico Partito Socialista. Migliaia di persone raccolte in un teatro che parlavano e parlavano e poi si prendevano a botte, Si alla fine finivano con le scazzottate. Da ridere. A Roma governava il Partito Liberale del leggendario Giovanni Giolitti, ovviamente piemontese. Padre padrone dell’Italia dal 1890 al 1920 circa, 30 anni di potere. Fu definito anche “Il ministro della criminalità.”Un termine che non gli ho dato io, sto raccontando “LA STORIA” non sto dando opinioni me ne può fregar di meno. Giolitti aveva in mano tutto il potere. E a Giolitti faceva comodo che il Partito Socialista litigasse tra loro, da decenni e decenni. Quando il tuo nemico litiga e un bene, vuol dire che non ti romperà i coglioni. Si ma l’italiano, l’individuo italiano? L’uomo che mangia il pane, beve il bicchiere d’acqua, lavora sui campi per quattro lire, molte delle volte non sa ne leggere ne scrivere, e il tipico schiavo. A volte per lavorare anche a gratis sui campi, dovevi sperare che si ammalasse quello prima di te. Non esisteva nessuna regolamentazione sul lavoro. Giolitti essendo un liberare perchè doveva regolamentarlo. Lasciava libertà di paga, non aveva tutti i torti Giolitti, così c’era colui che poteva guadagnare di più. Che strano tutti questi filosofi liberali che non sanno neanche quanto costa un chilo di pane, secondo voi potevano capire che se lasci libertà senza una regolamentazione riesci ad elevare chi merita? Nelle poche fabbriche esistenti in Italia c’era subbuglio, proteste, chiusure serrande. Non avevano tutti i torti, la busta paga era da fame. Giolitti glie ne poteva fregar di meno, lasciava libertà. L’Italia era un caso anarchico. Fabbriche ferme, schiavismo. L’individuo italiano un pò più giovane che faceva? Emigrava, scappava. In tanti italiani sono scappati. Poi venne la Guerra, quella del 15/18. Quella fece traboccare il vaso già colmo. Gli uomini in guerra e le donne e bambini sui campi e fabbriche. Voi direte ma i bambini non potevano andare a scuola? La scuola non era del tutto obbligatoria, Giolitti diede libertà di scelta. Ma voi credete che una famiglia povera italiana, con magari 4/5 figli come ai tempi, poteva permettersi di mandare i figli a scuola? 4 o 5 figli, sono 10 mani utili ai campi. Che senso avrebbe portare il proprio figlio a scuola per poi asservire lo Stato. Questa era la mentalità del italiota ignorante. Come al giorno d’oggi anno 2019, Una famiglia manda a vaccinare il proprio figlio per fare un favore allo Stato? Ma voi siete fuori. Stesso ragionamento. Ai tempi il figlio era utile sui campi e non sui banchi di scuola per fare un favore allo Stato, Oggi i figli meglio non vaccinarli che fare un favore allo Stato. Sta il fatto che la Vittoria Mutilata fa traboccare il vaso, quando e troppo e troppo. Si riuniscono intellettuali, giornalisti, militari, docenti, sindacalisti e imprenditori, tutti insieme, nello stesso tavolo e decidono di agire. Questa per molti sarebbe una “loggia massonica” In effetti la loggia massonica e fatta di vari componenti della società. Sansepolcrismo era nato per questo. Le armi le avevano, avevano l’appoggio dei militari. Del resto l’arma dei Carabinieri e dell’Esercito quando ci fu il primo congresso dei fascisti a Roma nel 1921, avvertirono Giolitti e il parlamento che non sarebbero intervenuti. Perchè? Perchè il congresso dei fascisti a Roma avrebbe portato tafferugli e disordini. I carabinieri e l’esercito li appoggiò. Giolitti e il parlamento si sentirono soli. Quel giorno Roma fu messa a soqquadro, era il 1921. I carabinieri e l’esercito rimasero a guardare, sapete anche il perchè? Non ricevevano lo stipendio da mesi, in cassa al ministero non c’era più una lira.

4 pensieri su “Piemontesizzazione…

  1. Mah, non puoi dire che gli storici non sappiano spiegare come fosse l’Italia fra l’unità e la fine della prima guerra mondiale. Ne conosco alcuni che anzi sanno raccontare ogni cosa in modo chiaro e con parole semplici, per esempio Alessandro Barbero. Il quale, però, ai tuoi occhi avrà probabilmente un difetto, quello di essere piemontese…

    Piace a 1 persona

    1. Gli storici inteso una parte, anche perchè l’accesso agli archivi di Stato e alquanto impossibile. Tempo fa una giornalista francese chiese la possibilità di accedere agli archivi di Stato, riguardante il periodo storico dell’Italia in generale. L’allora Ministro Angiolino Alfano gli negò l’accesso, con la motivazione “Che sono ancora secretati i carteggi e documenti.” Alessandro Barbero celebre storico, sopratutto su questioni militari. Caro Claudio non mi riferivo a “Tutti gli storici” Esempio Lo storico Giordano Bruno Guerri, direttore del “Vittoriale” residenza di Gabriele D’Annunzio,, quale forse uno dei pochi consocitori del Ventennio Fascista, conoscitore di numerosi carteggi tra Churchill e Mussolini, direttore del Museo di Salo. E uno dei pochi in Italia. All’estero e molto diverso. Esempio Christopher Duggan storico inglese, specializzato in “Storia Italiana” Autore di un best seller tradotto in numerose lingue dal titolo “Il popolo del Duce.” Un libro di quasi 600 pagine che parla della corrispondenza che aveva il popolo italiano con il suo Duce. Corrispondenza intesa di lettere, che il popolo scriveva al Mussolini e lui contraccambiava. Carteggi unici, che non tutti conoscono. Stranamente finiscono in mani straniere, dove ne fanno best seller. Ci sono pochi e ripeto pochi storici italiani che si intrufolano sul mondo del “Ventennio Fascista.” rischi di fare la fine di Renzo De Felice, altro storico che fu insultato in alcune università. In Italia parlare di Fascismo e molto complicato perchè vai a toccare interessi e ideali di alcuni gruppi. All’estero è visto in maniera differente, più sobrio. Non ho nulla contro i Piemontesi, figurati. ho solo detto che ci fu un Idea di Piemontesizzare l’Italia, racconto la storia i reali fatti.

      "Mi piace"

      1. Questa dell’inaccessibilità degli archivi di Stato mi giunge nuova. Non si capisce perché crearli se poi non vi si può accedere.
        Il segreto di Stato può essere apposto dall’esecutivo su documentazione relativa a vicende recenti che riguardino politica e/o diplomazia, quando e se si ritiene che la divulgazione possa mettere a rischio i rapporti con altre nazioni o casi del genere; ma i documenti secretati non finiscono certo negli archivi di Stato.
        Comunque, non mi risulta che esistano documenti non consultabili relativi alla storia italiana degli anni 1861-1918. Raccontando quello che è successo tocchi molti casi dolorosi, ma non tutto è andato esattamente come scrivi tu. Per esempio, è vero (ed è anche normale) che alle masse contadine non importasse niente dell’unificazione del Paese, ma l’idea risorgimentale non fu esclusiva delle classi abbienti della Toscana (dove, in effetti, c’era chi non ne poteva più di «mangiare ogni giorno pane e Austria», come scrisse Giuseppe Giusti). Era diffusa un po’ dappertutto, in particolare nelle regioni settentrionali (la mente più acuta dell’epoca, non ci sono dubbi, è quella di un milanese, Carlo Cattaneo), ma non solo. Non se ne discuteva molto nelle Due Sicilie, ma questo a causa di una ragione ben precisa: la durissima repressione voluta da Ferdinando IV dopo la Repubblica del 1799, che di fatto aveva annientato nel sangue l’intellighenzia napoletana, con conseguenze che si sarebbero protratte fino alla fine del regno. (Fra parentesi, pochi sanno che il re sarebbe stato propenso al perdono, ma fu istigato a usare la mano pesante da Horatio Nelson, il quale aveva tradito i patti stipulati con gli insorti al momento della loro resa, consegnandoli alla giustizia.)
        Che poi la storia della politica italiana dopo l’unità sia una storia in gran parte di inettitudini e di corruzione è tristemente vero (a proposito, la banca del famoso scandalo si chiamava effettivamente Banca Romana, non Banca di Roma, e la faccenda venne alla luce una decina d’anni prima). Sotto Mussolini le cose continuarono esattamente allo stesso modo, e di quanto è successo dopo la guerra e la proclamazione della Repubblica sappiamo bene. Sembra che sia inevitabile, e sembra che in Italia sia peggio che altrove.
        Che dici, non abbiamo speranza?

        Piace a 1 persona

      2. Certi argomenti secretati devi far richiesta al ministero degli interni, la giornalista francese non ha potuto richiederle. Ma non si riferiva al 1900/1918. La sua richiesta era sui carteggi e corrispondenze tra Winston Churchill e Mussolini. Come sai ai tempi si comunicava via Carteggi continui. Questi carteggi sono secretati. Come secretati sono alcune commisisoni d’inchiesta per stragi di terrorismo anni 70 e 80, ancora oggi inaccessibili, sugli interrogatori alle commissioni d’inchiesta. Sulla Banca di Roma era esattamente Banca Romana. La Toscana fu l’unica regione poco toccata sul unificazione italiana. Il Sud e colui che ci ha smenato di più. Il problema dell’Unità d’Italia non era il progetto. Anzi era lodevole, creare un unica nazione. Il problema era del “DOPO” Si fa presto a distruggere e più complicato a costruire. Guarda la LIBIA, Si fa presto a distruggere e il dopo il problema, fai cadere un dittatore devi fare in modo di ripristinare l’ordine e ricostruire TE che hai fatto cadere il dittatore a ricostruire. Troppo facile far cadere e poi fregartene. L’Italia dopo la caduta del Fascismo gli americani di allora pensarono al dopo, costruirono loro la repubblica su loro dettami, imponendo poi Fanfani e soci. Comprendo che agli americani serviva il mediterraneo per avere accesso facilmente al medio oriente per i pozzi. Non è un caso che l’Italia fu riempita di Basi Militari Statunitensi. in quel caso c’era un DOPO. Il dopo che l’Italia doveva servire come base di lancio per il medio oriente, difatti anni dopo gli USA iniziarono a invadere il Medio Oriente.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.