C’era Una Volta la Luna Ombrosa

Ci sono misteriose armonie stamani,
chiamatela se volete energia.
Io non saprei,
non vorrei sconquifferare.
Ci sono persone che ancor oggi vedono dei porcospini,
queste le definisco persone speciali,
come coloro che hanno un sogno,
chi una ribellione nel proprio cuore,
chi un amore,
chi insegue la signora felicità,
tutta per se,
per realizzare cosa poi,
che alla fine di tutto la felicità non esiste.
Non vi rimane che gioire per una tombola vinta,
o magari piangere di gioia per una palla di neve.
Ci sono coloro che desiderano un viaggio,
chissà per andare dove.
Il vero viaggio e la consapevolezza di ripartire,
come un saggittabondo,
una freccia verso nuovi mondi ancora da scoprire,
una saetta,
via,
lontano verso nuove costellazioni.
Questo mondo e assuefatto di voi stessi,
dal cielo sempre azzurro,
dal solito sole,
sempre identico ogni stramaledetto giorno,
dalle solite sansevierine e ciclamini,
di delusioni
di inevitabili supplizi per far si che la vostra vita,
sia sempre ricca di quel aroma romantico,
meno ipocrita,
il saper levigare la vera amicizia.
Ho una grande attrazione
da chi sogna senza aspettarsi nulla,
di coloro che vogliono volare,
solamente per sfiorare l’oceano,
da chi ha del talento nel aprire un cesto di bacelli tra noci e piselli.
di coloro che sanno trasformare un calzino in un salvadanaio
e appenderlo accanto al water.
Incantarsi davanti al sentimento della saggezza di un anziano,
sentirsi su di un precipizio,
sapendo di non cadere mai,
più che altro,
per far felice la propria anima
che stanchissima,
chiede solamente una chiave,
quella che apre il canale verso il vostro cuore.
Siate anche un pò Amleto nella vostra vita
e vedrete dell’argento vivo dentro di voi
che sarete in grado nel silenzio rumoroso della vostra vita
di captare anche un piccolo fruscio di seta.
Chiudo questo lungo poema,
usando la sincronia tipica di chi parla e di chi ascolta,
se permettete,
nel vostro esser l’Amleto,
presumo l’io lo Shakespeare
ma per fortuna per lui il vero,
non mi chiamo William,
dico e mi duole
esser un semplice cavalier di parole.

4 pensieri su “C’era Una Volta la Luna Ombrosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.