Partita d’altri Tempi…

Bella combattuta la partita Italia 🇮🇹 Austria 🇦🇹 di ieri sera. Partita d’altri tempi.
Di questa nazionale italiana c’è un solo calciatore che potrebbe far parte della nazionale italiana più forte di tutti i tempi, quella del quadriennio 78/82, il solo Spinazzola, perché lo ritengo ad oggi il miglior terzino al mondo, avrebbe fatto la riserva di Antonio Cabrini. L’Italia del quadriennio 78/82 aveva i calciatori più forti al mondo, ruolo per ruolo.
Il miglior portiere al mondo “Zoff”.
Il miglior difensore al mondo “Scirea”
Il miglior terzino destro del mondo “Gentile”
Il miglior terzino sinistro del mondo “Cabrini”
Il miglior centrocampista al mondo “Tardelli”
Il miglior trequartista al mondo “Antognoni”
I migliori fantasisti al mondo “Causio” e “Conti”
Il miglior attaccante al mondo il moccioso “Paolo Rossi” nel 1978
e un più maturo “Paolo Rossi” nel 1982.
La miglior seconda punta del mondo “Roberto Bettega”
In quel periodo non esisteva ancora “La Legge Bosman” Se no i calciatori italiani potevano essere acquisiti dai club stranieri, il Real Madrid avrebbe ingaggiato l’intera nazionale italiana, anche perché i calciatori italiani erano i più forti al mondo. Difatti i calciatori italiani non guadagnavano tanti soldi ed era proibito andare a giocare all’estero.
Piccolo esempio, nella Juventus i contratti venivano firmati in bianco. In che senso in bianco. L’allora presidente della Juventus un certo Boniperti dava ad ogni proprio calciatore un foglio bianco, dove il calciatore firmava il suo contratto in bianco, nel senso che non sapeva quanto guadagnava. Il calciatore firmava è poi il presidente scriveva la cifra, in base a come avevi giocato l’anno precedente. Questo funzionò fino al 1982, poi una parte dei calciatori della Juventus fece sciopero. Capitanati da Tardelli, Gentile e Cabrini si rifiutarono di firmare. In poche parole la Juventus rischiava di presentarsi nel campionato di serie A 82/83 senza i campioni del mondo, si erano rifiutati di entrare in campo. Si erano rotti i coglioni di prendere un ingaggio da fame essendo i calciatori più forti del mondo da ormai 4/6 anni, avendo vinto tutto in Italia e all’estero.
Una cosa è certa se la “Legge Bosman” non fosse stata fatta nel 1995 ma nel 1975, il Real Madrid era formato da mezza nazionale italiana. Su tutti i media internazionali in quel periodo c’era un lecchinaggio sul fondo schiena a quei incredibili calciatori italiani che hanno dominato e incantato il mondo, provocando anche numerosi suicidi in Brasile 🇧🇷 come in Giappone 🇯🇵 la gente per strada camminava con indosso la maglietta con la faccia di Paolo Rossi e la scritta “Pablito” La cosa assurda che un quel periodo non c’erano i social e il mondo non era globalizzato, non oso immaginare se ci fossero stati i social.
…
Foto rara scattata in un amichevole a Roma tra Argentina e Italia nel maggio 1979, partita finita 2a2. In quel periodo un moccioso Maradona giocava i suoi primi debutti con la nazionale, Maradona in patria giocava nel Argentinos Juniors e Paolo Rossi nella squadra provinciale Lanerossi Vicenza (da poco promossa in Serie A) vice campione d’Italia dietro la Juventus. E Paolo Rossi era già chiamato Pablito in tutto il mondo ed era il più forte attaccante al mondo e giocava in una squadra di provincia. Poi passò al Perugia, squadra che lottò per lo scudetto. Poi la Juventus decise di svenarsi e lo acquistò.

5 pensieri su “Partita d’altri Tempi…

  1. Pingback: Partita d’altri Tempi… – Evaporata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.