Ultimo Dio Rimasto…

Stasera c’è forse la vera finale del campionato europeo 2020,
Italia 🇮🇹 contro Spagna 🇪🇸.
Due nazionali che praticano il calcio detto “Guardiolismo” che prende il nome di Pep Guardiola, colui che ha inventato il calcio del finto attaccante centrale, dei tre centrocampisti altamente tecnici e preferibilmente dinamici.
Le più grandi nazionali abbinate alle rispettive squadre di club dal dopo guerra ad oggi, circa 80 anni sono state tre.
Anni 1950, Ungheria 🇭🇺 con la Honved con il calcio detto “Danubiano”
Anni 1970, Olanda 🇳🇱 con l’Ajax con il calcio detto “Totale”
Anni 2000, Spagna 🇪🇸 con il Barcelona con il calcio detto “Guardiolismo”

L’Italia 🇮🇹 del tecnico Roberto Mancini da circa 3 anni ha ricreato una cosa nuova per l’Italia pallonara, riproponendo pure nella nazionale italiana un “Calcio Guardiolismo” copiando quella Spagna.
Parlando della grande Spagna 🇪🇸 che ha dominato il mondo per circa 10 anni, c’è un superstite di quella squadra degli Dei, il signor Sergio Busquets (in foto) che con Xavi e Iniesta per un decennio ha incantato il mondo. Ora Xavi e Iniesta non ci sono più, si sono pensionati, e rimasto il solo Busquets nel centro del campo di una Spagna ricca di mocciosi.
Su Sergio Busquets si potrebbe raccontare un libro oppure degli aneddoti. Di lui si dice che basta entrare in una qualsiasi biblioteca del mondo e ricercare i titoli di giornali sportivi di tutto il mondo, il nome di Sergio Busquets è in forme cubitali. Lo stesso santone calcistico Del Bosque recentemente disse
“Se dovessi rinascere calciatore, vorrei essere Sergio Busquets.

Trovare questa Spagna 🇪🇸 ricca di calciatori giovani, inesperti, un po bambini in semifinale è merito del vecchietto Sergio che in mezzo al campo dirige le operazioni, dove gioca da fermo, tecnica di base da orgasmo, senso della posizione, intelligenza tattica, sa in anticipo dove si sposterà la pelota (pallone).
Per concludere, per l’Italia non sarà fondamentale battere la Spagna ma uno degli ultimi Dei rimasti. Finito Sergio Busquets per la Spagna 🇪🇸 calcistica ritornerà il buio, come è sempre stato negli ultimi 70 anni. Non sempre nascono gli Dei nello stesso periodo.

Da precisare che Pep Guardiola è stato allenatore delle giovanili di quel Barcelona, allenava i ragazzi dai 12 ai 18 anni, creando una generazione di fenomeni. Il settore tecnico giovanile era governato da un certo Johann Crujff il calciatore fenomeno della grande Olanda 🇳🇱 degli anni 70. Johann Crujff è stato insieme a Michel Platini e Diego Armando Maradona il più grande calciatore di tutti i tempi.
Pep Guardiola ricevette la promozione dalla società e da allenare i ragazzini andò ad allenare il Barcelona in serie A spagnola. Ovviamente si portò i suoi mocciosi, e da lì nacque la più grande Spagna 🇪🇸 di tutti i tempi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.