Embargo e il Cesso…

C’è stato il definito embargo del petrolio russo. Una bella mazzata per la multinazionale Russa “Lukoil” Raffineria di Stato Russa, con sede in Italia a Priolo in provincia di Siracusa. Questo metterà in strada 10.000 lavoratori tra dipendenti e l’indotto. Ai Russi che glie frega, sposterà il tutto in Kazakistan. Ai siracusani consiglio di andare in Piazza del Quirinale a Roma, con tende da campeggio, a fare un “Picnic Giornaliero” tanto è estate. Vivere di fronte al balcone del presidentissimo della Repubblica Italiana, con dei cartelli belli grandi con scritto, “Presidente mantienici tu, tira fuori i piccioli.”

Tanto poi a noi italiani che c’è frega, i Russi hanno il cesso fuori casa da 500 anni, noi il cesso lo abbiamo in casa da quando il “Regime Fascista” impose con l’obbligo, che ogni casa costruita nuova, doveva avere il cesso in casa. Al gran consiglio dei ministri, l’allora ministro dell’Educazione Nazionale, Giuseppe Bottai (l’uomo che vedeva il futuro, probabilmente fu il più grande ministro italiano di tutti i termpi, era geniale ) disse che oltre alla tazza del cesso ci voleva il bidet, perchè gli italiani dovevano essere educati a lavarsi bene.

Difatti l’Italia è stato l’unico paese al mondo ad avere in bagno il bidet al fianco del cesso. Poi fu copiato dalla Spagna ma Madrid in quel periodo era la schiavetta dell’Italia, come lo è oggi la Bielorussia con la Russia.

Appunto che ce frega a noi italiani, abbiamo il cesso in casa. Se poi non se magna…si caga di meno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.