Si Parte e si Ritorna…

Si parte in luoghi e posti che già sono più vicini di quello che credi, poi ci sono anche quei momenti che devi tornare.
Si torna quasi sempre, anche se a volte sopraggiunge dal nulla un piccolo bivio, ti fermi e pensi se ne vale la pena entrare, poi rifletti e dici che non è giunto quel momento.
Il momento lo ebbe Johann Pachelbel quando compose Canon in D Major.
Johann Pachelbel il più misterioso compositore della storia dell’umanità, alcune sue opere sono scomparse,
disperse in chissà quale casa di antiquari.
Il giorno che compose una delle sue opere “Canon in d Major” fu quel giorno che andava a Erfurt.
Era comodo nella sua carrozza, poi dalle parti di Erfurt decise di fermare il cocchiere.
Non sapeva se proseguire a destra oppure a sinistra.
Si voltò per guardare da dove stava arrivando e gli venne in mente l’idea di comporre la magnifica opera in D maggiore.
Come maggiore era la sua voglia di fuga.
Fuga è stata una forma musicale che Pachelbel inventò, poi copiata da tutti gli altri musicisti lungo i secoli futuri.
Il cocchiere era così sorpreso nel vedere quello strano individuo ridere a crepapelle mentre componeva la sua opera che si mise anch’egli a ridere.
Finita l’opera decise di proseguire diritto per poi ritornare,
non andò ne a destra ne a sinistra di quel bivio.
Alla fine si torna sempre da dove si è partiti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.