Il Fiume della Vita…

La moldava è stata una delle più incredibili e misteriose opere di Bedrich Smetana,
il più grande compositore boemo della storia. La compose quando era rinchiuso all’ospedale psichiatrico di Praga, malato da una forte sordità e strani comportamenti che faceva nella sua piccola stanza.
Rinchiuso perchè ai tempi a Praga non era ideale parlare con gli uccellini o gli animali.
La Boemia terra composta e aristocratica, non amava questo modo bizzarro di comportarsi.
Fu messo in una stanza dell’ospedale psichiatrico di Praga. Da quella unica finestra lui guardava il grande fiume Moldava e scrisse questa incredibile opera. “La Moldava” che rappresenterebbe la metafora della vita.
Un fiume che vaga e attraverso esso il tempo scorre portando con se segreti e misteri, tra cui la composizione di questo poema musicale.
Ancora oggi e penso fino all’infinito ognuno che conosce la storia di Smetana si domanda come fece un pazzo e oltretutto sordo a comporre questa magia.
Chi sa di musica sa che un sordo difficilmente potrebbe comporre un opera d’arte, deve sentire ogni nota, ogni corda di violino, ogni battito di strumento. Il silenzio era da dove Smetana prendeva l’ispirazione, tra un’alba e un tramonto di ogni giorno passato in quella piccola stanza illuminata da una misera candela. Chi lo accudiva, Frantisek Dobias ne raccontava tra le sue memorie, di un piccolo uomo che guardava l’orizzonte e rideva. Gli domandò scrivendolo in un foglio del perché rideva sempre ma Smetana non rispose mai. Fino a quando al suo ultimo respiro, Dobias non lo vide accasciarsi su quella minuta sedia. Sul tavolino c’era l’intera opera ricca di note musicali e all’ultima pagina un disegnino di una bocca che rideva. L’imperiosità della “Moldava” ne fanno uno dei poemi musicali tra i più misteriosi di tutti i tempi.
P.S. Dipinto del espressionista ungherese Vilmos Aba Novak
La straordinaria opera di Bedrich Smetana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.